Come aprire un Centro Massaggi e vivere felici

come aprire un centro massaggi

Come aprire un Centro Massaggi efficiente, funzionale e redditizio per vivere felici.

I massaggi ultimamente vanno molto di moda, ma forse non sono solo una moda. In fin dei conti sono una maniera per star bene, per vivere meglio e per far star meglio il nostro corpo e non solo, anche la nostra mente.

Non è in verità da molto tempo che l’arte del massaggio si è sviluppata in Europa. Noi Occidentali siamo più pragmatici, più pratici, sia nel rapporto con la nostra mente, che nel rapporto col nostro corpo. Preferiamo di solito gli sport classici: la corsa, il calcio, l’atletica, la pallavolo, la bicicletta; e con questi strumenti agonistici vogliamo, e pretendiamo a volte, che sia tutto a posto, che la nostra vita familiare, sociale e lavorativa sia completata da attività sportive di questo genere. Punto.

Non c’è dubbio che tutto ciò sia estremamente utile e corretto dal punto di vista dell’impostazione della nostra vita, tuttavia agli occidentali manca qualcosa che probabilmente è importante e che invece, in generale, le popolazioni orientali possiedono molto più di noi: un rapporto mentale col nostro corpo.

D’altro canto già gli antichi Latini lo dicevano in maniera chiara, ed erano perfettamente consapevoli del concetto: mens sana in corpore sano. Poi i secoli a seguire, il Medioevo, e non ultima la religione che non ci ha mai fatto vivere un rapporto corretto col nostro corpo, hanno per così dire chiuso il discorso. Fino al punto che l’idea del corpo, rispetto a quella della mente, era considerata addirittura sconveniente, disdicevole, futile, e spesso vicina all’idea del peccato.

Per questo di massaggi, e in generale di cura del corpo in termini simili, non è che se ne parlasse molto; e, tranne rare eccezioni, non si praticavano proprio. Ma adesso, da qualche decennio, le cose sono cambiate considerevolmente. Abbiamo acquisito la mentalità corretta che una buona cura del corpo è un fatto importante. E tutte quelle scuole orientali, cinesi, giapponesi, thailandesi, indiane, che tendono a considerare il corpo e la mente due cose non completamente diverse fra loro, e in molti casi la stessa cosa, stanno cominciando a farsi sentire anche in occidente.

aprire un centro massaggi

Il concetto è questo: ci deve essere un equilibrio fra il corpo e la mente, e noi dobbiamo cercarlo in continuazione. Agendo in maniera corretta su alcune parti del corpo, possiamo intervenire in maniera significativa anche sul nostro cervello, sgombrandolo, liberandolo da stress e pensieri opprimenti, facendolo lavorare nella maniera più corretta possibile. Senza parlare del fatto che molte tecniche di massaggio tendono anche a curare in maniera diretta determinate malattie, magari malattie che non riusciamo a curare adeguatamente in altro modo, specialmente con le medicine tradizionali.

Quindi il mercato dei massaggi, chiamiamolo così, c’è eccome, e questo è un buon momento per cercare di mettere su qualcosa, di impiantare una struttura adeguata che si occupi, da un punto di vista lavorativo, di questi centri benessere. Come aprire in centro massaggi? Per aprire un centro massaggi di esclusivo benessere, si deve avere il codice ateco 96.04.10, che riguarda i centri benessere in questione.

C’è quindi l’iscrizione alla Camera di Commercio competente, e la necessità di avere la Scia, vale a dire la documentazione tramite la quale l’istituzione comunale controlla i vari requisiti di ordine fiscale, igienico-sanitaria, e vari altri di natura burocratica. E’ evidente che, in questi casi, i locali devono essere a posto in termini di illuminazione, ventilazione, entrate e uscite, altezza, e in generale tutto quello che è legato alla sicurezza dei clienti e anche dei lavoratori.

Il centro deve essere inquadrato nella categoria catastale C1 o altra categoria C. Dopo l’Ok del Comune, ci saranno altri obblighi: la Tares, il listino prezzi, l’esposizione dell’orario di apertura, la nomina di un Responsabile per la Sicurezza. Gli operatori devono essere estetisti con apposito titolo conseguito dopo tre anni di studio. Ma si può aprire anche un centro massaggi come semplice operatori di benessere, anche senza avere un attestato, a patto che ci sia un direttore tecnico abilitato alla professione estetica. E a questo punto, il più è fatto: buon lavoro e buona fortuna!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*