Massaggio Shiatsu controindicazioni e benefici

massaggi shiatsu controindicazioni benefici

Il Massaggio Shiatsu controindicazioni e benfici, a chi e a che cosa serve? Fa davvero bene?

Non c’è dubbio che un buon massaggio faccia piacere a tutti. Rilassamento e qualche volta terapia; e sovente tutti e due messi insieme per darci piacere e curarci, quando possibile. Ma le tecniche del massaggio non ci appartengono come società occidentali.

Esse vengono da lontano, in tutti i sensi, sia nel tempo che nello spazio. Vengono dall’oriente e a volte da migliaia e migliaia di chilometri di distanza, da Paesi in cui il benessere del corpo andava, e va, di pari passo con quello della mente. Questa è la filosofia indiana, cinese, giapponese e in generale di molte popolazioni dell’oriente e dell’estremo oriente.

Anche da noi, i Romani erano soliti dire mens sana in corpore sano, ma alla fine questa mentalità corretta non ha attecchito in maniera soddisfacente nei secoli a seguire. La religione cristiana, ad esempio, ha sempre teso a separare nettamente i due aspetti, quello dello spirito e quello del corpo, per cui la cura dell’anima e della mente dovevano seguire strade diverse da quelle del corpo.

Nulla di più sbagliato. E così la successiva cultura scientifica degli ultimi secoli, ha seguito paradossalmente la stessa linea. Anche se un filone scientifico, quello psicanalitico, a cominciare da Sigmund Freud, ha inteso mettere in evidenza le commistioni fra le malattie del corpo e quelle della mente. Ma qui il discorso sarebbe troppo lungo; veniamo ai nostri massaggi Shiatsu, alle controindicazioni e ai benefici.

Massaggio Shiatsu controindicazioni e benefici: partiamo da principio

massaggio shiatsu controindicazioni

Intanto, cos’è un massaggio Shiatsu? Si tratta di un metodo di digitopressione di origine giapponese. E’ una tecnica che porta con sé ritualità, religione, senso del sacro. Siamo, come vedete, in un’ottica completamente diversa. E in quest’ottica dobbiamo penetrare a fondo per cercare di capire, per giungere a risultati soddisfacenti.

Il significato letterale di Shiatsu è di pressione, la quale viene effettuata con le dita, le mani, i gomiti, le ginocchia su certi punti, allo scopo di riequilibrare quella che viene definita energia, lungo i meridiani. Certo, anche l’idea della cosiddetta energia porta con sé qualcosa di misterico, di arcano, per cui noi occidentali potremmo anche essere scettici. Ma la questione, molto razionalmente, è quella di individuare i benefici e le eventuali controindicazioni. Sta tutto qua.

Si tratta di intervenire su punti dove si accusa un malessere: in queste zone vi può essere un eccesso o una carenza di energia, e in funzione dell’uno e dell’altro caso bisogna intervenire. Ma l’intervento non prevede solo l’azione locale, bensì una più complessiva sull’unità psico-fisica del paziente.

Chi pratica il massaggio, agisce sui meridiani lungo i quali scorre il cosiddetto Ki, vale a dire l’energia. I meridiani sono convenzionalmente stabiliti in dodici e sono quelli tipici dell’agopuntura. L’energia è associata ai cinque elementi caratteristici della tradizione, che sono precisamente acqua, terra, fuco, metallo, legno. A ognuno di questi elementi è associato un organo.

A ogni elemento, a sua volta, corrispondono due meridiani, Yin e Yang. Al fuoco però ne vengono associati addirittura quattro. Il massaggio ha come scopo principale quello di riequilibrare il corpo in profondità. Si lavora sull’armonia globale. E’ efficace soprattutto sull’ansia e sulla depressione. Siccome soffre di questi problemi gran parte della popolazione, lo Shiatsu potrebbe essere particolarmente indicato.

Particolarmente efficace è anche per problematiche legate alla testa, al collo, al dorso, alle contratture ansiogene da attività sportiva e lavorativa. Migliora la postura, e aiuta a risolvere traumi di varia natura. Ma attenzione, lo Shiatsu ha anche importanti controindicazioni. Non va praticato su persone che hanno malattie contagiose, né su quelle che risentono di problematiche serie ai polmoni, al cuore, ai reni, al fegato.

Né va praticato su persone che hanno ulcere importanti, cancro e fratture varie. Naturalmente, su tutti questi aspetti bisognerà consultarsi bene con la persona che pratica il massaggio.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*